AppDataJam

Dall’inizio di “#iorestoacasa” decine di applicazioni “Corona inspired” si sono riversate negli app store: applicazioni per monitorare le file davanti ai negozi, per responsabilizzare i brevi momenti passati all’aperto, ecc…

Tutte le app sottrarranno a Immuni quella universalità che è condizione necessaria affinché il bigdata sia veramente Big. 

Immuni, la soluzione individuata dal Governo, è comunque quella di realizzare una nuova (ennesima) app.

Le app che già tutti utilizziamo hanno molte informazioni che non vengono messe in relazione tra loro forse nemmeno dagli OTT.

L’idea di Bitjam è quella di mettere in piedi, parallelamente, un sistema che raccolga dati da tutte le app i cui utenti decideranno di condividerli, aderendo così ad un progetto più ampio di indagine ad ampio spettro su comportamenti e movimenti.

Potrebbe essere l’occasione per rimettere al centro delle informazioni le istituzioni, gestendo e salvaguardando la privacy ma anche il benessere pubblico.

L’idea è di realizzare una piattaforma che offra API da inserire nelle app, in grado di raccogliere in maniera certificata le informazioni, classificandole in funzione della fonte e che consentano di risalire all’utente che le ha generate attraverso il suo smartphone.

La piattaforma deve prevedere che ogni app si registri ed invii informazioni “firmando” gli eventi generati e trasmessi; preveda una autenticazione forte degli utenti in modo che l’utente sia contattabile per vari scopi, facendogli capire che così contribuisce al contenimento del contagio.

Le app che si certificano su tale piattaforma potranno presentare un bollino (”help to win covid”) visibile all’utente per indicare che il suo uso produce utilità alla comunità. Ogni app deve linkare alla piattaforma che deve fornire l’elenco delle app ufficiali registrate cosicché l’utente sia tutelato da app fake.

L’utilizzo di certificati e firme digitali renderà i dati sicuri, protetti, certificati. Ogni applicazione oltre a creare le proprie basi dati (punti o amici o altro), colloquia con la piattaforma in oggetto per trasmettere i dati censiti in fase di registrazione.

I dati raccolti (differenziati per app e per utente) possono essere incrociati per una validazione più accurata (ad esempio incrocio le localizzazione che ricevo da più app certificate che l’utente sta utilizzando in questo momento). Tali dati possono essere esportati verso le piattaforma di Intelligenza artificiale e Business intelligence di istituzioni dello Stato (opportunamente offuscati ai sensi della privacy). 

AppDataJam è un progetto Bitjam.it totalmente open source, al quale tutti sono invitati a partecipare: “contaminare per sanitizzare”.

 

Link alla scheda completa

s

No Comments

Post A Comment